Super User

Super User

Massarijéa'

Dal sostantivo massarìja, a sua volta dal part.pass. latino mansus, a del verbo manere = dimorare, da cui massa = casa di campagna, dimora del contadino.

Mbracchjéa’

 Imbrattare, sporcare, macchiare; assestare (gettare con un colpo secco qualcosa contro qualcuno o qualcosa); stendere intonaco o pittura sul muro in maniera maldestra; attaccare alla meno peggio un pezzo di riparazione con dubbio risultato.

Lijìtimu

Dimbrischéa'

Dal latino refrigerium = pratica di offrire a parenti ed amici, in onore del defunto, un pasto, al quale egli partecipava non solo idealmente, ma anche materialmente,

Dimbrischéa'

Crijéatu

Dallo sp. criado 'allievo', poi 'valletto, servo', p. pass. di criar 'allevare', lat. creare (Devoto-Oli). Il punto di partenza è il verbo latino ‘creare’ che indica l’attività divina del ‘fare dal nulla’.

Ciamalùorcu

La parola, probabilmente composta da ‘ciavàrru’ (stupido) dal turco gavur (infedele)e ‘ùorcu’ (orco, grossolano), indica una persona che assomma in sé la stupidità e la grossolanità:

Accapizzéa'

Dal tardo lat. adcapitiare, a sua volta dall’espressione classica ad caput (alla testa, alla parte più importante, all’origine, al punto di riferimento, ecc.).
Pagina 4 di 78
Go to top